Herald Editore - Pizzeria Donnaregina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Herald Editore

L'Urlo Dentro
 
 

Descrizione
La storia incredibile realmente accaduta ad un uomo napoletano, un errore giudiziario troppo grande e pesante da far pagare ad un innocente!
Potrebbe essere visto  come una sorta di denuncia verso le forze dell'ordine, una denuncia verso i loro modi di fare sia che tu sia o meno un delinquente  o solo una vittima dei loro intrallazzi nascosti sottobanco!
”L'urlo dentro” nasce come libro autobiografico del protagonista, vittima di una storia che a sentirla può avere dell'incredibile, una storia che non si può restare semplicemente un libro, ma che merita di essere tramutata in un film-racconto ed è proprio ciò che la Rik@film e lo scrittore stesso hanno deciso di fare.
Il protagonista inizia la sua giornata come sempre, un lunedì come tutti gli altri che durante una pausa mattutina, data l’ attività commerciale del personaggio, e' in giro in vespa per la città, Napoli, quando ad un certo punto fa un acquisto … sbagliato : dei telefonini nella Maddalena presso uno di quei rivenditori fasulli che solitamente fanno i "pacchi". Viene fermato da alcuni “falchi” i quali lo accusano di rapina , ma in realtà è innocente. In malo modo viene portato in questura e successivamente rinchiuso in galera, distrattato, picchiato, umiliato etc.
“L'urlo dentro” e' il racconto della sofferenza di quest'uomo che vuole gridare al mondo i suoi giorni di carcere e successivi 106 agli arresti domiciliari, con ulteriori 3 anni in attesa di processo e solo dopo, molto dopo, qualcuno parla di errore.
E’il racconto di quanti fatti sono a conoscenza in una realtà che mai si sarebbe sognato di vivere in prima persona...racconti interessati a far conoscere dal di dentro questo inferno, che ritiene che solo chi l'ha vissuto può conoscerlo e, purtroppo, amaramente raccontarlo a chi per sua fortuna non l'ha conosciuto.
Parole che meritano di diventare immagini, vita nascosta che merita di uscire dall'ombra per farsi' che tutti sappiano!
Una volta si diceva che tutti noi siamo a piede libero, ciò per far capire come è facile fare una simile affermazione, specie per le persone oneste avere a che fare con una giustizia “distratta, ma inesistente in un paese che si dice democratico.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu